Un sogno virtuale chiamato Metaverso

Quando in questi mesi mi è stato diverse volte chiesto di raccontare cosa fosse il metaverso, ho risposto che in realtà si trattava di una naturale evoluzione delle esperienze online. In che modo potremmo assistere ad un progresso del web 2.0 se non verso una dimensione virtuale, che sempre più si avvicini a qualcosa di tangibile?

Gli universi virtuali possono essere infatti considerati come il risultato di un’esigenza progressiva di trasformazione della nostra vita e delle nostre attività sul web: la semplice esperienza digitale in 2D agli utenti non basta più perché diventa ogni giorno più riduttiva e troppo poco stimolante.

Permettendo agli utenti di connettersi tra loro e con il mondo ad un livello sempre più profondo, si raggiunge una dimensione che supera il concetto di internet così come lo intendiamo oggi: un nuovo universo che unisca virtuale, web, social network e vita reale e in cui sia possibile vivere esperienze sempre più immersive e coinvolgenti.

…l’origine del termine metaverso è legata al romanzo di fantascienza cyberpunk di Neal Stephenson Snow Crash…

Le origini del metaverso
Come è ormai noto, l’origine del termine metaverso è legata al romanzo di fantascienza cyberpunk di Neal Stephenson Snow Crash. Il termine è stato coniato dallo scrittore nel 1992 per indicare un mondo virtuale, una realtà condivisa tramite internet, abitata da avatar in 3D appartenenti a persone reali. Mi piace definire il Metaverso come un universo virtuale in 3D che unisce diversi mondi e permette agli utenti di connettersi tra di loro in maniera coinvolgente, semplice e innovativa.

Le attività all’interno del metaverso L’avatar 3D, un vero e proprio alter ego virtuale, sarà il fulcro di tutte le esperienze all’interno del metaverso: dall’incontro con nuovi utenti, all’acquisto di prodotti, NFT o land; si potrà inoltre costruire, giocare, investire, vendere, fare networking, organizzare o partecipare ad eventi, testando così tutte le potenzialità del virtuale. Ambienti collegati tra loro, intere città, pianeti, scenari e ambientazioni i cui stili spaziano dal futuristico, al western, fino a mondi fantastici in cui acquistare il proprio terreno e divertirsi costruendoci sopra.

Avventure uniche che uniranno sempre più il reale e il virtuale e daranno vita ad infinite opportunità creative, di business, sociali ed economiche che trasformeranno il modo di connetterci e di vivere il digitale. Il Metaverso, in quanto spazio condiviso fondato su un ecosistema decentralizzato e su un’economia virtuale basata su blockchain, è concepito in modo tale che tutti i partecipanti possano guadagnare attivamente dalle loro esperienze: tramite giochi, quest, avventure, compravendita di land, acquisto di asset all’interno dei marketplace e tanto altro ancora. Tra i vantaggi di business legati all’utilizzo di mondi virtuali:

• l’accesso di un numero potenzialmente illimitato di utenti;
• le numerose occasioni di business in diversi settori;
• l’aumento delle occasioni di lead generation;
• i guadagni legati alla vendita o all’affitto di spazi pubblicitari;
• l’utilizzo della tecnologia NFT applicata al settore del virtual real estate.

Realtà alternativa o nuova opportunità?
Ciò che è nuovo, talvolta erroneamente spaventa. L’idea che ancora oggi in alcuni utenti genera resistenza all’evoluzione verso il virtuale è il timore che questo possa in qualche modo sostituire il mondo fisico. Il metaverso non è, e non vuole essere, un universo alternativo che si sostituisce alla realtà fisica, ma una dimensione aggiuntiva in grado di estenderne le possibilità con nuove opportunità di business e di crescita professionale per aziende, utenti e creators. Il crescente interesse nei confronti del metaverso è la prova tangibile che le esperienze offline e online si stanno lentamente fondendo, creando nuove forme di connessione tra le persone e tra gli utenti e i brand.

È quello che stiamo creando in Coderblock: un metaverso condiviso in cui utenti e aziende potranno costruire la propria identità virtuale. Nell’ottica della massima accessibilità e di un’estensione sempre più ampia della tecnologia, il metaverso di Coderblock sarà accessibile online in pochi click, senza alcun dispositivo o supporto esterno. Tra le caratteristiche del metaverso condiviso di Coderblock:

• l’implementazione di diversi scenari per mondi virtuali dalle caratteristiche uniche e peculiari;
• lo sviluppo di un’economia virtuale proprietaria su base Ethereum;
• la creazione di un marketplace in piattaforma (tramite tecnologia blockchain ed NFT);
• la creazione di stores proprietari e attività commerciali di diverso tipo;
• la realizzazione di logiche di acquisto e affitto di spazi e land virtuali;
• il coinvolgimento di utenti con il ruolo di “creators del metaverso”;
• la creazione di nuove opportunità lavorative all’interno del metaverso;
• l’integrazione automatizzata di DFP per la vendita di spazi pubblicitari

L’obiettivo?
Offrire agli utenti nuove modalità di connessione e di intrattenimento semplici, coinvolgenti ed ottimizzate, e nuove opportunità di business per le aziende! Un sogno di un visionario? No, semplicemente un progetto giusto al momento giusto, che grazie ad una tecnologia adattabile, ad un team proattivo e all’ondata in rialzo del mercato, sta prendendo giorno dopo giorno forma in direzione metaverso.

About Author /

Ceo & Founder / Coderblock

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search